Tre giorni a piedi o in Mountain Bike sui tratturi - due giorni di turismo soft-adventure

1° GIORNO
• Arrivo a Campobasso - presentazioni - consegna sacchetto di viaggio, briefing organizzativo - breve trasferimento in Land Rover e ci ritroviamo nel cuore del Molise, lungo il tratturo “Lucera - Castel di Sangro”, uno dei più importanti che attraversano la regione.Questa prima giornata, a piedi o in bici sul tratturo, parte in agro di Ripalimosani e finisce a Castropignano, piccolo centro di origine medioevale caratterizzato dai ruderi del Castello d’Evoli. Il percorso è inizialmente pianeggiante, poi inizia a scendere verso il fiume Biferno per  risalire fino a giungere a Castropignano. Pranzo al sacco.Visita guidata al centro storico – cena con prodotti tipici – pernottamento in strutture per la microricettività turistica.

2° GIORNO
• Prima colazione e di nuovo sul tratturo fino a Torella del Sannio, altro piccolo centro medioevale dominato dal castello di epoca angioina, poi trasformato in età rinascimentale e restaurato nel XVIII secolo. Oltrepassiamo Torella del Sannio ed il piccolo centro storico di Molise arrivando a Duronia dove, all’ombra di resti di fortificazioni sannite e paesaggi mozzafiato, consumiamo i nostri pranzi al sacco. Riprendiamo il cammino ed il paesaggio cambia, i boschi fitti ci accompagnano fino a Civitanova del Sannio,  luogo pieno di risorse, acqua in abbondanza e teatro del brigantaggio. Visita guidata – cena e pernottamento in albergo.

3° GIORNO
• Prima colazione e si riparte da Civitanova del Sannio per la terza ed ultima tappa sportiva, Frosolone, da raggiungere attraverso sentieri sterrati in salita immersi in boschi secolari di faggio. Pranzo al sacco.Arrivati a Frosolone ci sistemeremo in strutture per la microricettività turistica – visita guidata al centro storico ed al museo dei coltelli – attività libere – cena.

4° GIORNO
• Rimessi in ordine tutti i bagagli e le attrezzature ripartiamo in Land Rover per una più ampia visita turistica del Molise.Da Frosolone raggiungiamo velocemente Cantalupo del Sannio dove riprendiamo di nuovo un tratturo, questa volta il “Pescasseroli – Candela” in direzione Bojano.Il percorso tratturale è ricco di antiche testimonianze e costeggia, nella pianura a valle, il Massiccio del Matese. La nostra prima tappa è l’antica città romana di Altilia che sorge proprio sul tratturo dal quale la stessa attingeva le sue risorse economiche. Pranzo al sacco.Dopo una breve visita guidata ad Altilia risaliamo in Land Rover per raggiungere i “Tre Frati” (alberi di faggio ultracentenari) nascosti nel fitto dei boschi all’interno dell’oasi WWF di Guardiaregia.Qui la montagna è estremamente carsica e piena di grotte e noi raggiungiamo l’ingresso di una delle grotte più profonde  preparandoci per una notte sotto le stelle.La location del campo base è magica, siamo immersi nel verde con tutto il necessario, ma ovviamente non il superfluo. Abbiamo le tende, il fuoco, l’acqua ma soprattutto tante simpatiche storie da raccontarci in compagnia di un buon vino e specialità gastronomiche.

5° GIORNO
• La colazione con uova fritte e pancetta arrosto  in alternativa a latte e biscotti, ci darà la carica per affrontare una giornata sulla montagna. Si riparte con un trekking in discesa nel bosco in compagnia di una guida esperta che ci accompagnerà alla scoperta dell’ambiente che ci circonda. Grotte, fossili, corsi d’acqua, reperti archeologici e tanta natura incontaminata faranno da scenario alla nostra ascesa a valle dove ci attendono le Land Rover per accompagnarci, attraverso strade secondarie, alla scoperta del parco fluviale del fiume Biferno. Pranzo al sacco.
Sempre a bordo dei fuoristrada raggiungiamo la città di Campobasso, punto di partenza del nostro itinerario, dove ci aspettano delle guide molto particolari che ci accompagneranno nella visita ai sotterranei del borgo antico, una ragnatela di cunicoli dei tempi medioevali che servivano ad una logica militare per il collegamento tra più punti della città.
Sistemazione bagagli ed attrezzatura –· partenze per il rientro.